paradisodeidolcivegan.blogspot.it

Paola ha creato il blog per condividere la sua passione per la pasticceria. Con la collaborazione della sorella Anna, pubblica anche la versione vegana di alcune preparazioni "storiche" tratte da manoscritti medievali e rinascimentali.

Piada dei morti vegan

A cura di Paola Laura Fabbri Come moltissimo altri dolci definiti dei morti, anche questa focaccia ha origini antiche, si pensa nella Romagna celtica. Il 31 ottobre i celti festeggiavano Samhain, il capodanno. Questa particolare notte era considerata dalle popolazioni dell’epoca, una porta fra il mondo dei vivi e quello dei morti. Per omaggiare gli spiriti si preparavano cibi particolari, uno di questi era probabilmente l’antenata della moderna piada dei…

Continua >>

Tiella barese vegan (riso patate e cozze, ovviamente senza cozze)

A cura di Paola Laura Fabbri Ho seguito questa ricetta sostituendo le cozze con l’alga dulce Ingredienti per 4/5 persone   350 gr. di riso parboiled 2/3 patate a pasta gialla 1 cipolla bianca affettata un piccolo spicchio d’aglio (facoltativo,io non l’ho usato) una decina di pomodorini spezzettati a mano e conditi con sale olio evo e pepe un mazzetto di prezzemolo “formaggio” grattugiato vegetale tipo gondino ecc..io ho usato…

Continua >>

Cantucci toscani vegan

Versione vegan di questi famosissimi biscotti di antiche origini, prodotto fin dal XVI secolo e presente sulla tavola della corte di Caterina de’ Medici. All’epoca di Caterina le mandorle non erano ancora presenti. Nel 1691 il dizionario dell’accademia della Crusca diede la seguente definizione “biscotto a fette, di fior di farina, con zucchero e chiara d’uovo” le mandorle vennero aggiunte all’impasto solo tre secoli dopo grazie ad Antonio Mattei, un…

Continua >>

Trancio paradiso vegan

A cura di Paola Laura Fabbri Versione vegan di un’altra delle merendine della solita famosa marca Ingredienti: Per la crema: Preparare per prima la crema per la farcitura 250 gr. di latte condensato vegan 150 gr. di panna da montare vegetale, Professional crem, Hoplà idee di soia, Valsoia ecc..oppure se vogliamo un prodotto più sano senza grassi di palma, possiamo procurarci del latte di cocco con un’alta percentuale di grassi…

Continua >>

Anicini vegani

A cura di Paola Laura Fabbri Su richiesta di Ivana Magò, ho provato a veganizzare la ricetta che mi ha inviato. Ingredienti: 320 gr di farina io ho usato tritordeum 40 gr. di amido di mais 40 gr di farina 300 di zucchero, quello che preferite 40 gr. (Quattro cucchiai) di semi di anice, qui le dosi sono secondo il proprio gusto 8 gr di ammoniaca per dolci (il carbonato di ammonio NON è…

Continua >>

Pinguì vegan e pinguì al caramello

A cura di Paola Laura Fabbri Sempre della serie versione vegan delle merendine di una nota marca. Per la base si usa la stessa ricetta della fetta al “latte”, cambiano le farciture. Ingredienti: Per la base di bisquit 150 gr. di farina, quella che preferite io ho usato farro spelta50 gr. di amido di mais20 gr. di cacao120 gr. di zucchero, quello che preferite8 gr. di lievito per dolci vegan,…

Continua >>

Fetta al “latte” vegan

A cura di Paola Laura Fabbri Versione vegan di una famosa merendina di una nota marca Detestavo profondamente la fetta al latte, la paradiso, pinguì ecc… non mi sono mai piaciute. Una mia amica che le adorava ma è diventata intollerante al lattosio, mi ha chiesto se si poteva fare una versione senza lattosio e con il vegan andiamo sul sicuro. Mi ricordavo vagamente che la crema interna non fosse…

Continua >>

Crostata vegan con crema pasticcera, gelée alla rosa, fiori d’acacia

A cura di Paola Laura Fabbri Ingredienti per uno stampo da 22 cm. di diametro Per la base: 200 gr. di farina, io ho usato quella di Tritordeum 50 gr. di amido di mais 70 gr. di zucchero, quello che preferite 140 gr. di burro vegetale ( margarine, burro di cacao,ecc..) oppure 70 fr. di olio evo raffreddato nel congelatore per 20 minuti 4 gr. di lievito per dolci vegan,…

Continua >>

Melting moments vegan

A cura di Paola Laura Fabbri I Melting moments sono dei piccoli e deliziosi pasticcini, molto friabili che si sciogono in bocca. Riguardo la loro origine ci sono diverse teorie, sembra che siano stati inventati da Rachel Allen, chef irlandese di Dublino, altri sostengono che siano biscotti tipici da tè australiani che venivano consumati durante il Natale. Facilmente veganizzabili in quanto è sufficiente sostituire il burro con un burro vegetale….

Continua >>

Biscotti tipo Biscotto di Novara versione vegan

A cura di Paola Laura Fabbri Biscotto di antiche origini. Pare che sia nato intorno alla metà del XVI secolo nei monasteri, numerosi prima del passaggio di Napoleone Bonaparte. All’epoca e fino alla prima guerra mondiale, era usanza, da parte del clero della Cattedrale, della Basilica Gaudenziana e dei parroci, offrire ai poveri il pane di Polla (pane di frumento), in seguito questo dolce fu chiamato “biscottino delle monache di…

Continua >>