Tajine bil bruklu (rivisitata)

Kitchen Bloody Kitchen

Ricetta di Kitchen Bloody Kitchen

13 marzo 2013

Procedimento

Come molti, ero convinta che il termine “tajine” indicasse un piatto in terracotta tipico dei paesi nordafricani o, per estensione, i piatti in umido cotti nella stessa. Ho scoperto invece che in Tunisia questo termine viene spesso utilizzato per indicare alcuni piatti a base di uova molto simili alle nostre frittate, ma cotte al forno -o forse in origine, ma questa è una mia supposizione, in una tajine. Se c’è qualche esperto di cucina tunisina si faccia avanti, così mi tolgo il dubbio ;)-. Quella a cui mi sono ispirata è la tajine bil bruklu, una frittata a base di cavolfiori che contiene tra le altre cose uova sode tritate, abbondante prezzemolo, formaggio e harissa. Di tutto questo rimane ben poco, ça va sans dire. Ma è buona. Buona tiepida, deliziosa fredda, si conserva tranquillamente per un paio di giorni e anzi, per me, dopo una notte di riposo il…

Ricettari e libri vegan